La visione del piede durante il tango, e la visione del piede durante il trattamento olistico.

Ho un debito di gratitudine per le ballerine di tango e ogni tanto mi metto al servizio dei loro piedi: da tanguero, negli anni (dal 2010) grazie a loro ho potuto vedere come il piede prende dalla terra l’energia, nel ritmo della musica, così poi ho avvicinato lo sguardo con la riflessologia per fare danzare le mani sul luogo stesso dove avviene la magia dell’incontro con la terra.
Grazie a Marina Oro per l’ospitalità nella sua milonga a Villa Widmann.

Le fotografie si possono ingrandire con un clic.

 

 

Roberto Ellero
Operatore olistico di riflessologia plantare taoista musicale. L'esperienza di vita è unica, individuale. Ma d'altra parte si usa parlare di metodi di riflessologia plantare. Per praticità, definisco il mio rapporto col piede come metodo di riflessologia plantare musicale. Coincide col mio dharma. Esso deriva dall’integrazione interiore alchemica di vari strumenti di indagine, con cui ho ampliato la mia coscienza e sensibilità, ne riporto alcuni: la pratica esecutiva e di ascolto nella musica colta occidentale, studi letterari e filosofici, l’utilizzo autoriale del Web e della multimedialità per approfondire le sinestesie, la pratica del tango argentino, la pratica devozionale tantrica di mano destra Guru Yoga nel buddhismo tibetano Karma Kagyu, la pratica tantrica di mano sinistra del trattamento taoista del piede. E' un metodo, ma funziona solo con le mie mani.