Riflessologia plantare musicale, mappa del tricordo

Riflessologia plantare musicale: idea e progetto di Roberto Ellero

La mia ricerca interiore indaga da sempre la natura musicale del mondo e, nel microcosmo, del piede. Il filmato mostra l’analogia del piede con uno strumento musicale: la lira bizantina altomedievale a tre corde, capostipite degli strumenti ad arco. Toccare il piede è toccare l’anima.
Il lignaggio spirituale dell’Occidente è la tradizione della musica colta occidentale: le generazioni di compositori hanno tramandato i contenuti, si sono influenzate, si sono citate e hanno trasmesso e modificato le idee musicali nel tempo.
L’insieme di musica e trattamento del piede conduce in un’altra dimensione, in stato meditativo, come un’acqua corrosiva dell’io ordinario.
Le zone colorate sulla pianta del piede (non la sequenza) sono una citazione della mappa del paesaggio interno (o dei cinque elementi) di Mak Zi (On Zon Su, lignaggio taoista del trattamento del piede).
A fine video è disponibile una legenda di corrispondenze note/elementi.
Musica: aria per voce da una cantata (Erbarm dich mein, o Herre Gott) di un allievo di Dietrich Buxtehude, Ludwig Busbetzki (Reval, ? – Narva 1699), organista a Tallinn e Narva. Adattamento per organo attribuito a Johann Sebastian Bach (BWV 721). La melodia è antica, 1524, di Johann Walter, collaboratore di Lutero per la musica della nuova chiesa protestante.
Lira bizantina altomedievale (var. Gadulka): Roberto Ellero.
Organo: file Midi di Raffaele Diodati, eseguito con soundfont Kalvträsk Church Organ.
Diapason A=412 Hz (di uso rinascimentale, vedi gli studi di Filadelfio Puglisi).
Trattamento di riflessologia musicale ai piedi di Silvia Novo: Roberto Ellero
Riprese video e montaggio: Roberto Ellero.
Nel video è inclusa una libera interpretazione del monocordo accordato dalla mano divina, di Robert Fludd, a cura di Roberto Ellero (disegno a matita), che contestualizza i contenuti del filmato.
Testo del corale Erbarm dich mein, o Herre Gott:

Abbi pietà di me, Signore Dio,
secondo la Tua grande misericordia,
lavami e purificami dalle mie iniquità;
conosco le mie colpe e me ne pento.
Aver peccato di fronte a Te,
sempre mi pesa;
il male non può reggere davanti a Te,
Tu rimani giusto, anche se giudicato.

Guarda su Youtube.